sabato 25 marzo 2017

Due tavole di sfilature tratte da "Jours sur toile"

Oggi vi mostro due tavole pubblicate sempre nel manuale "Jours sur toile", Biblioteca DMC. Sono esempi di sfilature: la prima con motivi che si sviluppano in senso orizzontale, la seconda con motivi circolari, piuttosto complessi ed importanti.




venerdì 24 marzo 2017

Jours sur toile

Jours sur toile: ricami a giorni su tela, Biblioteca DMC, anni '30 circa. La data manca sempre in questi manuali, perciò, per stabilire la data, si gurda lo stile dei progetti proposti. E' sì, perchè le mode cambiano anche nei disegni per ricamo, come cambiano le mode nella società. Oltre alla copertina, sempre artistica e ricamata, pubblico le pagine in cui è insegnata l'esecuzione di alcuni esempi di angoli.



giovedì 23 marzo 2017

Kreuzstich- Muster frontespizio originale

Oggi vi mostro il frontespizio originale de Kreuzstich- Muster del 1606. Pomposo, barocco, dedicato in tedesco a nobili donzelle sontuosamente vestite. All'interno un altro schema tipico rinascimentale: due cigni che si affrontano guardando uno stemma nobiliare, quindi una greca che può avere diverse interpretazioni esecutive.




mercoledì 22 marzo 2017

Copia anstatica tedesca Kreuzstich- Muster

Un altro dei miei gioielli è questa copia anastatica del 1886, intitolata Kreuzstitch- Muster, riferentesi al manuale di Joh. Sibmacher's risalente al 1604. La copia anastatica fu edita a Berlino, ma il manuale originale a Norimberga.
All'interno 36 tavole in bianco e nero con schemi per ricami a fili contati; vi si posssono riconoscere motivi che faranno parte della tradizione tedesca arrivati fino ai giorni nostri, come questo pavone.




martedì 21 marzo 2017

Sfilature nell'Album d'Alphabets

All'interno dell' Album d'Alphabets che vi ho mostrato ieri, ci sono 3 pagine con schemi di "sfilature", piuttosto insolite ed originali. Non ho mai trovato degli schemi simili, un modo seplice e chiaro per spiegare le sfilature!




lunedì 20 marzo 2017

Album d'Alphabets

Gli Alfabeti sono diffusi in tutte le nazioni. E lo erano particolarmente negli anni passati, in cui si "marchiava" la biancheria, sia per lenzuola che per la lingerie. Ora la moda è un po' passata, ma è bello ritrovare usanze "agè" in questi ingialliti fogli. Oggi vi presento questo "Album d'Alphabets", francese, nel classico stile decò, con le lettere raccolte ad arco, come voler abbracciare le sigle del nome della proprietaria del ricamo.




domenica 19 marzo 2017

Due disegni artistici del Punto Palestrina

Continuando il discorso sul punto Palestrina, di Adele Della Porta,  ecco due magnifici esempi di ricamo artistico. Il primo è uno "splendido cuscino per sofà, La chiarezza della nostra riproduzione mostra nettamente i diversi punti: stuoia, a nodi, piatti, a stelo, impiegati per ottenerel'insuperabile effetto richiesto dall'artistico disegno, preso da un rilievo bizantino a Santa Sofia di Costantinopoli."
Il seconda tavola " riproduce una copri-teiera in tela bianca, ornata. sulle due parti che la compongono. con la stessa artistica decorazione, tolta da un mosaico normanno, esistente nella sala di Ruggero, nel Palazzo Reale di Palermo."



sabato 18 marzo 2017

Il Punto Palestrina, Adele Della Porta.

Da "Il Punto Palestrina, insegnamento pratico illustrato di Adele Della Porta,Casa Editrice Sonzogno, Milano" "Sebbene sia con la denominazione di "punto di Palestrina"che questi artistici ricami sono conosciuti in commercio, non è, tuttavia un "punto", ma sibbene lo stile e la tecnica particolari di questa scuola che trasse il nome da un ameno paesello del Lazio, che la distinguono nettamente da tutte le altre scuole congeneri fiorenti in Italia.(..) Fui proprio io (Adele Della Porta) che verso il 1905-1906 pensai che si sarebbe potuto trovare tra i punti più noti, qualche punto adatto
 a conseguire certi dati effetti, riproducendo a colori dei disegni "classici...e pensai anche  che l'arte del ricamo doveva servire ad uno scopo più elevato ed artistico e non rimanere confinata nel virtuosismo di punti più o meno misteriosi e difficili e nella sola abilità manuale nell'esecuzione. E l'ispirazione mi venne soprattutto nell'aver dovuto studiare parecchi ricami popolari antichi, con disegni per lo più geometrici o molto arcaicamente storiati a punto passato o piatto, senza nessuna furberia di punti ed in colori, ecco tutto. La scuola di Palestrina dunque si dedica alla riproduzione dei ricami antichi italiani."
Questa la presentazione del manuale che continua con la spiegazione del punto a nodi, quello che ora comunemente chiamiamo Punto Palestrina.




venerdì 17 marzo 2017

Tavole di Punto Assisi

E cosa c'è dentro al manuale di Punto Assisi della Biblioteca DMC che vi ho presentato ieri? 67 tavole a colori e in bianco e nero, magnifici bordi con grifoni, aquile e animali fantastici , tipici dello stile medioevale e assisiano. Fondo color mattone e blu, tipici dello stile. Eccovi due esempi.



giovedì 16 marzo 2017

Punto Assisi

S.Francesco d'Assisi ricamamto con ....appunto il Punto Assisi! Questa è la copertina del manuale di Punto Assisi pubblicato negli anni '30 dalla DMC, nota fabbica di filati. E' poi stato ristampato nel 1968, ma il mio è l'originale. Il ricamo è stato ispirato dalla statua del Duprè, su fondo azzurro, con magnifiche bande laterali in stile a ramage, tipiche del Punto Assisi. Deliziosa la seconda di copertina con quelle delicatissime roselline di contorno, che, per me, valgono esse stesse tutto il manuale. Originali le lettere DMC, in uno stile elaborato.